Analizzare le migliori sacche idriche sul mercato potrebbe sembrare un esercizio inutile per gli amanti della montagna. In fondo quando incontriamo un escursionista che ciuccia da una cannuccia che gli esce dallo zaino ci sembra ridicolo e fuori luogo. Una via di mezzo tra un bambino troppo cresciuto e un paziente ospedalizzato.

Ma potremmo invece scoprire che una sacca idrica ci dà molti vantaggi quando siamo sui sentieri, soprattutto se è di qualità. Scopriamo allora perchè presto potremmo essere noi quel bizzarro escursionista con la cannuccia.

Perché utilizzare le sacche idriche

Cosa sono le sacche idriche? Si tratta di sacche di varia capienza e materiali plastici morbidi. Per bere basta riempirle e agganciare un tubo all’estremità. Il tubo termina con un cannello che terremo vicino alla bocca, e utilizzeremo come una cannuccia durante il cammino.

Ecco 6 motivi per cui le sacche idriche (o sacche di idratazione, o “water bladders”) possono essere utili e funzionali.

Rispetto dell’ambiente

Avere una sacca idrica nello zaino ci permette di lasciare a casa le bottigliette di plastica… quelle stesse bottigliette che purtroppo spesso troviamo ai lati del sentiero, “dimenticate” da qualche camminatore “distratto”.

L’escursionismo è un’attività per amanti della natura, che dovrebbero trovare normale l’attenzione all’ambiente. Non a caso molti brand da outdoor fanno delle loro strategie eco-friendly una bandiera, anche a scopo commerciale, come la Patagonia.

Certo, un’alternativa altrettanto ecologia potrebbe essere una borraccia, ma le sacche idriche rispetto a questa hanno dei vantaggi che vedremo nei prossimi punti.

Facilità di utilizzo

Le sacche di idratazione garantiscono un facile e costante accesso all’acqua. Ti consentono di bere mentre sei in movimento, senza dover togliere lo zaino o chiedere aiuto a un amico per tirare fuori una bottiglietta.

La maggior parte dei nuovi zaini sono compatibili con le sacche idriche. Hanno uno scomparto separato per la sacca e una piccola apertura sul lato o sul retro, di solito marcata “H2O”, per il passaggio del tubo-cannuccia.

Cannuccia che arriverà fino agli spallacci dello zaino, dove di solito si fissa con una clip, così che tu possa mantenerti idratato mentre cammini.

Idratazione costante

Il motivo principale per utilizzare le sacche idriche è che ti manterranno costantemente idratato. E qualsiasi medico o esperto di montagna concorderà che l’idratazione è un elemento chiave per mantenersi in salute facendo l’escursionismo. Su questo diremo di più nel capitolo “L’importanza dell’idratazione in montagna”.

Avere una cannuccia a portata di bocca per l’intera durata della gita ti ricorderà che puoi e devi bere a intervalli regolari. Chi porta con sé una borraccia o una bottiglia deve fermarsi e tende a bere lunghi sorsi. Chi invece ha una sacca di idratazione può bere ogni 5 minuti piccoli sorsi, il che permette di evitare problemi di stomaco.

Non si spezza il ritmo

È così difficile trovare il ritmo giusto in montagna, che è davvero un peccato spezzarlo fermandosi ad aprire lo zaino in cerca della bottiglietta o della borraccia.

Con le sacche idriche questo non succede: anche nei momenti più dinamici possiamo bere e camminare contemporaneamente.

Non devi usare le mani

Molto probabilmente stai camminando con dei bastoncini da trekking (le tue ginocchia ringraziano!). Bere dal cannello della sacca ti permette di continuare a usarli anche mentre bevi, o arrampichi. Non serve mollare la presa per cercare la bottiglietta, basta girare la testa in cerca del tubo e continuare a salire.

Migliore distribuzione del peso

Questo è un vantaggio chiave rispetto a una borraccia. Le sacche di idratazione sono pensate per essere tenute al centro dello zaino, mentre una borraccia peserà solo su un lato. Questa asimmetria può dare problemi di schiena sulla lunga durata.

Inoltre le sacche idriche sono morbide, quindi non ci sarà quell’effetto “spina nel fianco” che possono dare borracce e bottigliette nello zaino a contatto con la schiena.

I “contro” delle sacche idriche

Come per qualsiasi altro tipo di materiale, le sacche idriche hanno anche dei limiti. Vediamo quali:

  • Sono difficili da usare in condizioni climatiche estremamente fredde. A volte l’acqua nel tubo si congela rendendo impossibile bere
  • Possono essere difficili da mantenere. Hanno bisogno di una pulizia accurata per tenere lontani i microrganismi e la muffa
  • Borracce e bottiglie sono spesso più pratiche da riempire, e più adatte all’uso anche in campeggio o bivacco
  • Non sai quanto acqua è rimasta nel serbatoio, visto che non ce l’hai sotto gli occhi, come una bottiglietta

Sacche idriche: guida all’acquisto

Caratteristiche principali

Le prestazioni delle sacche idriche sono determinate da diversi fattori:

  • il design della valvola
  • il meccanismo di bloccaggio della valvola
  • la versatilità della sacca
  • il design della sacca stessa (facilità di riempimento e pulizia, compatibilità con lo zaino…)
  • il flusso d’acqua

Partiamo dall’ultimo fattore: il flusso d’acqua. Mentre stai faticando sul sentiero non vuoi certo faticare ulteriormente per bere due stentate gocce d’acqua. I modelli migliori sono quelli che hanno un tubo abbastanza largo, che permette un flusso facile, abbondante e continuo.

Il flusso dipende sia dal tubo che dalla valvola, che è la parte della sacca che si tiene in bocca. La valvola va morsa (a mo’ di ciuccio: diciamocelo…), per essere poi utilizzata come una normale cannuccia.

Basta anche stringerla tra le dita per fare uscire il liquido: così è possibile riempire una pentola se vuoi fare da mangiare con l’acqua della sacca.

Per evitare sprechi e inutili versamenti in fase di sosta, le valvole delle sacche idriche hanno sempre un meccanismo di bloccaggio. La maggior parte dei modelli, optano per due soluzioni: l’interruttore e la torsione.

Quelle con un interruttore vicino alla valvola sono facili da aprire e chiudere con un semplice movimento del pollice (su: aperta / giù: chiusa).

Il blocco a rotazione deve essere utilizzato con due mani (tieni ferma la base della valvola e ne ruoti il corpo principale). È meno immediato, ma impedisce meglio la fuoriuscita dell’acqua anche quando è in posizione sbloccata.

Altra caratteristica importante è la presenza o meno di un tappo a coprire il boccaglio. Quando ci fermiamo lungo il sentiero e appoggiamo lo zaino per terra rischiamo di sporcare proprio quella parte della sacca che ci finirà in bocca. I modelli con tappo sono quindi più comodi e sicuri.

Vesciche isolanti

Esistono sacche idriche dotate di una qualche forma di isolamento termico attorno al tubo, al corpo principale o a entrambi.

Nei test in congelatore, questi modelli impediscono al corpo principale di congelarsi anche dopo 24 ore. Ottime notizie per chi si avventura in territori davvero gelidi. E va detto che spesso basta anche una normale giornata di inverno a quota-medio alta per far ghiacciare – almeno parzialmente – i tubi di modelli non isolanti.

Per intenderci, una sacca normale non resiste in congelatore più di 20 minuti, prima di trasformarsi in una scultura di ghiaccio.

Il problema dell’isolamento riguarda però anche l’estate. È davvero sgradevole camminare per ore sotto il sole cocente e bere… acqua calda. Anche in questo caso i modelli isolati possono aiutare.

Nei test ad alte temperature l’acqua in un modello normale ci mette circa 2 ore a scaldarsi. Mentre nel caso delle sacche idriche isolate questo tempo sale di circa 3 volte, garantendoci acqua fresca per l’intera durata dell’escursione.

Igiene

Le sacche idriche devono essere pulite e igienizzate, se vogliamo continuare a usarle in sicurezza nel tempo. Per valutare quanto sia facile prendersi cura della sacca, facciamoci alcune domande:

  • La sacca idrica può essere facilmente capovolta?
  • È lavabile in lavastoviglie?
  • Quanto è facile smontare il tubo e il boccaglio?
  • È possibile pulire tutti gli angoli e le fessure?
  • Qual è la porosità del polimero utilizzato nella progettazione della vescica di idratazione?
  • Quanto è facile spazzolare/strofinare la sacca senza l’uso di un sistema di pulizia specializzato?

Finita l’escursione, una volta tornato a casa dovresti smontare la sacca idrica, pulirla con una spazzola o una spugna e tenerla rovesciata fino a che non si asciuga. È importante anche pulire il tubo, con una spazzolina dedicata (spesso venduta a parte), che riesce a penetrare fino all’estremità, asciugandolo e pulendolo.

Il boccaglio va ovviamente pulito con particolare cura, e lasciato anch’esso da asciugare. E per chi vuole assicurarsi di uccidere la maggior parte dei batteri, una buona idea è lasciare la sacca qualche ora in congelatore.

Facilità di pulizia

Le sacche di idratazione con una apertura più ampia e plastica più sottile si rivelano le più facili da capovolgere e pulire manualmente. Questi modelli possono essere inseriti nel cestello superiore della lavastoviglie (salvo indicazioni contrarie dei produttori) per garantire una pulizia ancora più accurata.

L’apertura della sacca è abbastanza larga da far entrare la tua mano se hai bisogno di strofinarla bene all’interno? In questo caso sai che potrai garantire un’igiene migliore e più a lungo.

In quanto a facilità di pulizia, prevalgono quindi i modelli con apertura “a zip” (l’intera parte superiore si apre e si chiude con un grande “fermaglio” di plastica dura che scorre su dei binari). Le sacche idriche con tappo a vite (come quello di una borraccia, per intenderci), sono invece più complicati da pulire.

La maggior parte delle sacche consente di smontare facilmente il tubo e la valvola/boccaglio per una pulizia accurata. Per un’igiene ottimale devi essere in grado di smontare completamente la valvola e il tubo per entrare in ogni angolo.

La facilità di asciugatura è un altro fattore da prendere in considerazione. La maggior parte delle sacche ribaltabili può essere facilmente aperta con un paio di pinze per assicurarsi che si asciughi dopo un risciacquo. Questo è importante per garantire che l’acqua non si accumuli e non ristagni.

Alcuni modelli sono inoltre dotati di un particolare gancio di asciugatura per appenderli a testa in giù dopo l’uso, che è molto pratico. L’alternativa fai da te è usare una molletta o una forchetta per tenere aperta la bocca della sacca.

Facilità di riempimento

Quanto è facile riempire la sacca di idratazione? Certo, non esiste sacca in commercio che sia difficile da riempire d’acqua in un rubinetto o in una fontana a pieno regime. Ma il discorso cambia se l’unica fonte d’acqua è un ruscello con poca acqua o una fonte dal flusso molto flebile.

In uno specchio d’acqua poco profondo, le sacche con una maniglia di plastica vicino alle aperture sono le più facili da riempire sia in verticale che in orizzontale. Modelli rigidi o ingombranti sono difficili da posizionare nelle pozze basse, perchè la sacca stessa si intromette e potremmo riempirla solo per l’80%.

Le opzioni con tappo a vite possono essere facilmente riempite in un lavandino molto piccolo o in una fonte d’acqua naturale, perché l’apertura è orientata verso l’alto. Alcuni modelli utilizzano una maniglia che si estende per tutta la lunghezza del corpo, aggiungendo rigidità alla sacca. Questo rende più facile tenerla direttamente sotto una fonte d’acqua.

Nel caso volessimo condividere l’acqua con un amico lungo il sentiero, risultano molto comodi i modelli che hanno una sorta di beccuccio, utile per versare come da una brocca.

Dimensioni

La maggior parte delle sacche di idratazione sono disponibili nelle taglie/capacità 1L, 2L e 3L. Puoi trovare alcuni modelli più grandi o più piccoli, ma in genere 2L e 3L sono le opzioni più utilizzate sia dagli escursionisti di un giorno che dai viaggiatori con zaino e sacco a pelo.

Quale taglia prendere? Se attualmente disponi di uno zaino compatibile con l’idratazione e hai bisogno di una sacca, la taglia dipende anche dalle dimensioni dello zaino e dalla quantità di acqua che prevedi di dover trasportare.

Alcuni zaini più piccoli (come l’Osprey Talon da 22 litri) possono trasportare sacche di idratazione da 2 litri o meno.

Gli zaini più grandi e quasi tutti gli zaini possono utilizzare la taglia 3L. Ricorda anche che le sacche di idratazione di maggiore capacità forniscono una maggiore versatilità mentre pesano solo un grammo o due in più.

Peso e resistenza

Qualità e durata delle sacche idriche dipendono dal design e dai materiali utilizzati. Ad esempio, i modelli in nylon sono molto resistenti all’abrasione, mentre le sacche in polimeri più spessi garantiscono prestazioni anti-foro anche dopo anni.

Mentre i serbatoi dell’acqua stessi raramente causano perdite, le giunture in punti come il boccaglio e il tubo sono più fragili. Pertanto, la durata del sistema di idratazione dipende in gran parte dalla qualità di queste articolazioni delicate.

È un grande vantaggio se la sacca ha un tubo e un boccaglio staccabili, perché questo consente di cambiare la parte usurata o danneggiata invece di sostituire l’intero prodotto.

Chiaramente, maggiore resistenza equivale anche a maggiore peso. Come per qualsiasi altro pezzo di attrezzatura, sta a noi decidere se dare la priorità a resistenza o leggerezza, ingombro o longevità.

I modelli più leggeri e compatti non hanno maniglie di plastica o altri fronzoli, il che permette di ripiegarli e comprimerli nello zaino quando sono vuoti. Ma rischiano di rompersi e di “ballare” molto nello zaino.

Indicativamente, il peso delle sacche idriche va dai 120 grammi dei modelli peso-piuma fino ai 350 grammi delle sacche più resistenti e strutturate.

L’importanza dell’idratazione in montagna

Quanto hai bisogno di bere dipende da una serie di fattori, come l’attività che stai facendo, il livello di intensità, la durata, il tempo, la tua età, la tua sudorazione e il tuo tipo di corpo.

Una buona raccomandazione generale è di circa mezzo litro di acqua per ora di attività moderata a temperature moderate. Potrebbe essere necessario aumentare la quantità di bevande quando la temperatura e l’intensità dell’attività aumentano.

Ad esempio, un’escursione faticosa con temperature elevate può richiedere di bere 1 litro o più di acqua all’ora. Man mano che acquisisci esperienza, sarai in grado di regolare con precisione quanto bevi.

Suggerimenti per l’idratazione

  • Tieni l’acqua sempre a disposizione: l’attività che svolgi determinerà probabilmente esattamente dove riponi l’acqua, ma la chiave è tenerla a portata di mano. Per gli sport come l’escursionismo, lo zaino in spalla e la mountain bike, le sacche idriche sono una soluzione ideale. Se preferisci usare una bottiglia, riponila in un luogo accessibile, come una tasca a rete che si trova sul lato di molti zaini.
  • Bevi spesso: invece di bere tanta acqua di rado, bevi molti piccoli sorsi per idratarti continuamente.
  • Sostituisci gli elettroliti: quando sudi, perdi elettroliti e se ne perdi troppi, le tue prestazioni possono risentirne. Se la tua attività dura solo un’ora o meno, di solito non è un problema, ma quando sei fuori più a lungo è importante compensare la perdita. Concentrati principalmente sulla sostituzione di sodio e potassio, ma anche calcio e magnesio sono importanti. Il modo più semplice per farlo è con una bevanda sportiva sostitutiva degli elettroliti.
  • Bere di più in quota: fare qualsiasi attività ad alta quota può portare alla disidratazione. È meno probabile che tu abbia voglia di acqua e abbia sete ad altitudini più elevate, ma è comunque importante bere frequentemente.
  • Bere anche quando fa freddo: potresti non avere voglia di bere un sorso di acqua fredda in una giornata invernale, ma è altrettanto importante rimanere adeguatamente idratati quando fa freddo quanto lo è quando fa caldo.
  • Reidratare: bere dopo l’esercizio riporta i livelli dei liquidi alla normalità e può aiutare con il recupero.
  • Pianifica il tuo percorso: l’acqua pesa molto, quindi se vuoi evitare di portare pesi extra durante una’escursione o un giro in bicicletta, pianifica un percorso che ti porterà vicino a una fontana d’acqua dove tu possa bere o riempire una sacca idrica.
  • Indossa una protezione solare: scottarsi può accelerare la disidratazione, quindi spalmati una crema solare o indossa indumenti protettivi prima di uscire.

Disidratazione

La disidratazione si verifica quando la perdita di liquidi corporei, solitamente attraverso la sudorazione, supera la quantità assunta. Se non lo contrasti bevendo acqua, il corpo continuerà a fornire segni che sta finendo i liquidi:

  • sete
  • bocca asciutta
  • diminuzione di energia
  • crampi
  • mal di testa
  • nausea
  • scarsa lucidità
  • urina scura con meno volume
  • diminuzione delle tue prestazioni

Il rimedio per la disidratazione è semplice: bere acqua. È meglio bere frequenti sorsi d’acqua piuttosto che bere quantità maggiori di rado. L’aggiunta di bevande energetiche può aiutare a ripristinare i carboidrati e gli elettroliti.

Controlla l’assunzione di acqua pesandoti prima e dopo l’esercizio: dovresti pesare più o meno lo stesso. Se hai perso diversi chili, probabilmente non stai bevendo abbastanza acqua.

Le migliori offerte

Chiariti quali sono i criteri per scegliere le tue sacche idriche, diamo un’occhiata alle migliori offerte che si trovano su Amazon. Nel capitolo successivo proporremo invece le nostre recensioni dei migliori modelli secondo noi.

Bestseller No. 1
JOYHILL Sacca idrica, Senza Bisfenolo A, con Apertura Grande, Anti-Goccia, per Ciclismo, Escursionismo, Militari, Campeggio, Ciclismo e Corsa (2 L)
  • Facile da pulire e riempire: l'ampia apertura è abbastanza grande per la pulizia della sacca idrica, è facile riempirla e aggiungere cubetti di ghiaccio.
  • Per uso alimentare. La sacca idrica è realizzata in materiale PEVA, senza BPA, approvata da SGS e FDA, sicura per bere. Per prima cosa, sollevare il tappo, poi mordere delicatamente il boccaglio con i denti anteriori per sorseggiare e iniziare a bere, spingere indietro per fermare il flusso d'acqua. Permette di bere un drink in maniera rapida e semplice
  • Design anti-goccia. Boccaglio morbido con valvola on/off facilmente accessibile per evitare fuoriuscite. Il flusso d’acqua è controllabile. Ha anche una copertura per evitare lo sporco. La tecnica con doppia chiusura laterale rende la sacca idrica più resistente.
Bestseller No. 2
CybGene Sacca idratazione Portatile, 2L Sacca del' Acqua con Apertura Larga Anti Perdita & Tubo Isolato per Bere con Copertura.Insapore,Adatta a Escursionismo,Campeggio,Bicicletta e Arrampicata(Blu)
  • 100% ANTIPERDITA & IGIENICA – Il nostro boccaglio antibatterico con valvola ON/OFF facilmente accessibile può impedire la perdita d’acqua. Il copri polvere mantiene il boccaglio pulito e igienico.
  • 100% COMODA DA USARE – Design ergonomico del tappo & manico rende semplice aprire il coperchio e riempire con acqua. Il tubo isolato per bere aiuta a resistere ai cambiamenti di temperatura in clima caldo e freddo.
  • 100% MATERIALE SICURO – Il materiale TPU che usiamo non presenta odore e sapore, è completamente privo di BPA, atossico, con certificazione LFGB, FDA e EN71. (Documenti disponibili su richiesta).
Bestseller No. 4
WISEONUS Zaino Riflettente Impermeabile per Zaino Sportivo Zaino Ultraleggero per Sacca idrica con Sacca d'Acqua da 2 Litri per Escursioni in Bicicletta
  • Materiale: tessuto di nylon di alta qualità con rivestimento impermeabile, antigraffio, resistente e traspirante
  • Dimensioni: larghezza x larghezza x altezza: 8 x 28 x 43 cm
  • Aggiornato dal predecessore. Il nuovo zaino ha aggiunto una piccola borsa e un design cargo a due strati, uno per la vescica di idratazione e l'altro per scopi di trasporto extra
OffertaBestseller No. 5
Etechydra Sacca Idrica da 2L Vescica per idratazione, Hydration Bladder per Ciclismo Escursionismo Corsa Zaini Porta Sacca Idratazione Acqua Backpack di Campeggio Serbatoio d'Acqua Verde
  • 【Materiale di alta qualità per la sicurezza】 – Il ricambio per zaini da esterno è realizzato in materiale antibatterico di alta qualità. Il materiale TPU per uso alimentare e il tubo di idratazione in TPU assicurano che la sacca dell'acqua potabile possa essere utilizzata in modo sicuro. Insapore, atossico, senza BPA e approvato dalla FDA. La bolla del serbatoio dell'acqua ha superato il test di pressione pneumatico ed è completamente resistente alla pressione.
  • 【 2 l di borraccia idrostatica con grande capacità 】 – La sacca da 2 litri è progettata per la maggior parte degli zaini per bere. È possibile utilizzare lo zaino per attività all'aria aperta come escursionismo, corsa, ciclismo, sci, equitazione, campeggio, ciclismo, arrampicata, ecc. È un must per gli appassionati di sport e una scelta ideale come regalo. Zaino a prova di perdite per sport e ciclismo.
  • Grande apertura per riempire e bere facilmente: il serbatoio per acqua potabile da 2 l ha una grande apertura, grazie alla quale l'acqua può essere facilmente riempita, riempita e pulita. Questo serbatoio dell'acqua da 2 litri può sopportare temperature da -20 a 50 °C. Il tubo in TPU ha un'eccellente elasticità, è più resistente alla flessione, si può regolare facilmente quando si beve.
Bestseller No. 6
Deuter Sistema di idratazione Streamer 2.0
  • Capacità: 2 litri
  • Ampia apertura per un facile riempimento e pulizia
  • Bocchino a prova di perdite con tappo di protezione a incastro
Bestseller No. 7
3L Vescica idratazione Zaino per acqua , sacca idratazione borraccia Morbida con cannuccia sacca idrica valvola autobloccantec per escursionismo sportivo campeggio arrampicata escursionismo
  • 【STRUTTURA DEL PRODOTTO】 : Sacca idratazione ad acqua È interamente progettata per offrire prestazioni di tenuta di alta qualità. C'è una guarnizione nel coperchio, che è assolutamente resistente alle perdite d'acqua, anche se è schiacciata con forza. Il tipo invariabile non invecchia. Tubo per acqua dolce in PVC di alta qualità, lunghezza 100 cm. Ogni prodotto è stato sottoposto a test rigorosi ed è adatto acqua acqua fredda
  • 【ALTA CAPACITÀ】 : La camera d'aria da 3 litri è sufficiente per le necessità quotidiane. La grande apertura della camera d'aria rende molto conveniente l'iniezione e la pulizia dell'acqua. L'impugnatura ergonomica rende l'impugnatura più comoda e il coperchio di ingresso dell'acqua è progettato per prevenire perdite.
  • 【MATERIALI DI ALTA QUALITÀ】 :Sacca idratazione tubo per acqua potabile in PVC. La borsa è traslucida e ha una scala di volume stampata su di essa. Attaccato con alette può essere utilizzato con appendere la schiena. Collezione pieghevole, facile da trasportare. Eccellente usabilità completa
Bestseller No. 8
JOYHILL Sacca idrica, Senza Bisfenolo A, con Apertura Grande, Anti-Goccia, per Ciclismo, Escursionismo, Militari, Campeggio, Ciclismo e Corsa (1,5 L)
  • Facile da pulire e riempire: l'ampia apertura è abbastanza grande per la pulizia della sacca idrica, è facile riempirla e aggiungere cubetti di ghiaccio.
  • Per uso alimentare. La sacca idrica è realizzata in materiale PEVA, senza BPA, approvata da SGS e FDA, sicura per bere. Per prima cosa, sollevare il tappo, poi mordere delicatamente il boccaglio con i denti anteriori per sorseggiare e iniziare a bere, spingere indietro per fermare il flusso d'acqua. Permette di bere un drink in maniera rapida e semplice
  • Design anti-goccia. Boccaglio morbido con valvola on/off facilmente accessibile per evitare fuoriuscite. Il flusso d’acqua è controllabile. Ha anche una copertura per evitare lo sporco. La tecnica con doppia chiusura laterale rende la sacca idrica più resistente.

Le 5 migliori sacche idriche: recensioni

Gregory 3D Hydro

Il Gregory 3D Hydro combina durata e facilità d’uso meglio di qualsiasi altro modello che abbiamo incontrato. Le spesse pareti della sacca possono essere compresse e il suo design stretto e arrotondato si adatta comodamente agli zaini più stretti.

Il coperchio a vite è facile da usare con una maniglia innovativa che rende il riempimento più comodo che mai. La pulizia è semplice, visto che tutte le parti possono essere smontate e rimesse insieme, con un accessorio “appendisacca” che consente di asciugarla a testa in giù.

Il coperchio a vite è forse un po’ piccolo, rendendo più difficile pulire l’interno del serbatoio. Ma è l’unica pecca di una sacca eccezionale.

Offerta
GREGORY 3D Hydro, Accessori idratazione Unisex-Adult, Blu (Optic Blue), 3 L
  • 3D Quickdry: il design 3D morbido previene il contatto tra gli strati superiore e inferiore quando è appeso aperto, velocizza notevolmente il tempo di asciugatura e scoraggia la crescita dei batteri
  • Appendiabiti Quickdry: una comoda opzione per riporre o appendere l'asciugatura su o fuori pista, integrato nel serbatoio stesso
  • Vestibilità anatomica: la forma 3D e il deflettore a tutta lunghezza distribuiscono correttamente il peso del serbatoio posizionando l'acqua sulla schiena per una stabilità e un comfort ottimali, senza aggiungere peso e ingombro cilindrico

Platypus Big Zip Evo 2.0l

La sacca di idratazione Platypus Big Zip EVO presenta una grande chiusura a chiusura “lampo” (a zip, appunto). Questo lo rende facilissimo da riempire e pulire. Il profilo è più largo della maggior parte dei modelli rivali, il che purtroppo non la rende un’ottima opzione per gli zaini da corsa più stretti.

Il Platypus Big Zip EVO però brilla per il suo corpo resistente e il flusso d’acqua veloce e abbondante. Si tratta di un’ottima e versatile scelta per pernottamenti, viaggi più lunghi o avventure di un giorno. È dotato di un tubo ad alta efficienza e una valvola di morso (purtroppo senza tappo) con una costruzione facile da usare.

Hydrapak Shape-Shift

Il serbatoio idrico HydraPak ShapeShift è uno dei più leggeri sul mercato. Essendo anche molto facile da pulire, puoi aggiungere sostanze zuccherine alla sacca, purché tu ne abbia cura dell’igiene dopo l’escursione.

Le nuove generazioni di questa sacca sono migliorate rispetto alle precedenti. Troviamo connessioni più durevoli e una maniglia che facilita il riempimento. La sua velocità di flusso è anche ottimale, come quella del Platypus recensito qui sopra.

Per un design così leggero, è resistente e si adatta a quasi tutti gli zaini per l’idratazione. È uno dei modelli migliori per il trail running, lo sci alpinismo e il l’escursionismo veloce.

Hydrapak serbatoio d'acqua reversibile e performante SHAPE-SHIFT 2L
  • SHAPE-SHIFT Un deflettore regolabile mantiene uno spessore costante quando la sacca è piena e aumenta la stabilizzazione durante le attività ad alta intensità grazie al volume separato
  • FACILE DA PULIRE L'ampia apertura a scorrimento la rende completamente risvoltabile, per una pulizia e asciugatura rapide e facili
  • PLUG-N-PLAY Puoi scollegare rapidamente il tubo per riempirla comodamente. Una valvola automatica impedisce perdite d'acqua

CAMELBAK Crux 2L Reservoir

Un classico accessibile a tutte le tasche, il serbatoio CamelBak Crux ritorna con una riprogettazione ancora migliore. Il design più recente offre la stessa grande impugnatura che rende il riempimento dalla maggior parte delle fonti d’acqua un gioco da ragazzi.

Il tubo di diametro maggiore fornisce un flusso d’acqua più elevato, mentre la valvola a morso di facile utilizzo è una delle migliori disponibili. La vescica stessa è resistente, con un tappo a vite che è sigillato e non perde. Facile da riempire, mantenere e utilizzare: un evergreen.

Offerta
CamelBak Crux, Sacca Idrica Unisex-Adulto, Blu, 48 cm
  • Offre un flusso di acqua veloce
  • Chiusura con ampia apertura per riempimento e pulizia
  • Concepito ergonomicamente per l'utilizzo con una sola mano

Source Outdoor Widepac

Il Source Outdoor Widepac è molto popolare tra escursionisti, alpinisti e altri appassionati di outdoor grazie alla sua facilità di utilizzo e alla sua resistenza.

La sacca idrica è costituita da un materiale di polietilene a 3 strati che viene trattato con un agente antimicrobico per prevenire la crescita dei batteri. Il materiale in polietilene presenta anche la tecnologia Source Glass-Like, che lo rende super liscio e quindi facile da pulire.

La sacca è dotata di un’ampia chiusura a scorrimento nella parte superiore per un facile riempimento, drenaggio e pulizia. Il tubo può essere facilmente scollegato dal serbatoio premendo il pulsante sul giunto.

La valvola del morso Helix è realizzata in materiale siliconico e può essere bloccata con una torsione per evitare perdite durante il trasporto.

Un modello per tutti gli usi, che accontenterà la maggior parte degli amanti della montagna.