Le priorità degli amanti della montagna sono certamente scarponi, bastoncini, zaini, moschettoni… ma ci sono altri pezzi di attrezzatura che possono fare la differenza tra un’esperienza pessima avventura memorabile. Come ad esempio i filtri per acqua da trekking, utili anche in caso di sopravvivenza che ci permettono di risparmiare sul peso nello zaino e di idratarci in sicurezza.

Le migliori offerte per filtri per acqua da trekking e sopravvivenza

[amazon bestseller=”filtri per acqua da trekking” items=”8″]

I migliori modelli di filtri per acqua da trekking e sopravvivenza

[amazon box=”B00G4V4IVQ” template=”horizontal”]

[amazon box=”B005EHPVQW” template=”horizontal”]

[amazon box=”B006QJN2OA” template=”horizontal”]

[amazon box=”B0794CJQ53″ template=”horizontal”]

[amazon box=”B078KM3VN5″ template=”horizontal”]

[amazon box=”B000BBF2RY” template=”horizontal”]

Cosa sono i filtri per la potabilizzazione dell’acqua da trekking

Quando andiamo in montagna d’estate e ci troviamo a camminare vicino a un torrente o un fiume, la tentazione di bere è tanta. I corsi d’acqua d’alta quota sono praticamente il simbolo della purezza e della freschezza: che male può fare riempire la borraccia o la sacca idrica?

Purtroppo, praticamente tutta l’acqua superficiale è parzialmente contaminata da batteri, protozoi, virus o tutti e tre. Il che non significa necessariamente che starai male se bevi da un torrente, però ogni volta che lo fai c’è una certa percentuale di rischio.

Percentuale che aumenta se le fonti d’acqua sono stagnanti, e se durante un trekking di più giorni sei spesso costretto a fare rifornimento in natura.

Consigli per scegliere la fonte d’acqua

Prima di usare i filtri per acqua da trekking, è sempre meglio fare una selezione a monte, scegliendo le fonti d’acqua migliori.

Ecco alcuni fattori da considerare quando scegli dove riempire la tua borraccia:

Cosa inquina l’acqua?

I filtri per acqua da trekking ci difendono dall’inquinamento dell’acqua… ma di cosa si tratta esattamente?

In generale i pericoli che possono trovarsi nell’acqua in montagna sono batteri, protozoi (parassiti), virus, sostanze chimiche disciolte e particolato come i sedimenti.

Ci sono quindi diverse fonti contaminanti dell’acqua a cui prestare attenzione:

Come contrastare i diversi agenti patogeni

Filtri per potabilizzazione acqua da trekking vs depuratori

Un filtro per l’acqua normalmente rimuove solo gli agenti inquinanti che sono intorno a 0,1-0,3 micron. Il che è sufficiente per rimuovere batteri, protozoi e particolato.

Questo significa che anche i migliori filtri per acqua da trekking non rimuoveranno i virus dall’acqua. I virus sono infatti più piccoli di 0,1 micron e possono essere eliminati solo sterilizzando l’acqua con un purificatore a base di iodio, cloro o luce UV.

Bisogna però ricordare che un buon purificatore per l’acqua ucciderà batteri e virus ma non può rimuovere le sostanze chimiche disciolte dall’acqua.

Quindi è meglio acquistare un filtro per l’acqua o un depuratore d’acqua?

Se vuoi essere sicuro al 100%, avrai bisogno di entrambi. Questo vale soprattutto se viaggi in un paese in via di sviluppo, dove i servizi igienico-sanitari non sono sempre i migliori.

Per un trekking nelle Alpi un normale filtro sarà più che sufficiente.

Ricordiamo che:

Come funzionano i filtri per acqua da trekking e sopravvivenza?

Un filtro per l’acqua utilizza una membrana o microfibre per bloccare gli agenti contaminanti, consentendo il passaggio dell’acqua. La dimensione dei pori nel filtro determina l’efficacia contro i vari inquinanti.

L’acqua sporca entra quindi da un lato, e una volta che esce dall’altro lato è pulita. Il filtro deve essere pulito periodicamente per evitare che si intasi e alla fine dovrà essere sostituito.

Invece un depuratore non rimuove nulla dall’acqua, ma piuttosto uccide batteri, parassiti o virus nell’acqua.

Come già detto, volendo essere sicuri al 100% dovresti filtrare l’acqua e poi purificarla. E anche in questo modo non riuscirai a rimuovere agenti inquinanti come i metalli pesanti (cromo e piombo).

Se vuoi eliminare anche sapori e cattivi odori, avrai bisogno di un filtro che utilizzi un mezzo assorbente come il carbone, a volte indicato anche come carbone attivo.

Questo assorbirà sostanze chimiche come pesticidi, erbicidi e altri prodotti chimici organici volatili (VOC), metalli pesanti, sapori e odori che altrimenti passerebbero attraverso un filtro standard.

Portata

La portata indica la velocità con cui un filtro tratta l’acqua, ed è spesso misurata in termini di litri al minuto.

In generale, i filtri a gravità hanno le portate più veloci: bastano pochi minuti per riempire una sacca da 4 litri con acqua pulita.

I principali filtri a pompa hanno una portata di 1 litro al minuto, mentre i filtri a compressione sono ancora più veloci. Tieni presente che le portate elencate dai produttori saranno testate in circostanze ottimali e potrebbero essere più lente sul campo.

Dal momento che i depuratori chimici e ultravioletti non filtrano l’acqua, non hanno una portata. Tuttavia, hanno un tempo di attesa che deve trascorrere prima che l’acqua sia sicura da bere, tempo che va dal minuto alle 4 ore, a seconda dello spettro di azione del depuratore.

La buona notizia con i depuratori chimici è che puoi sederti e lasciare che facciano il loro lavoro, invece che faticare pompando o spremendo, come nel caso di alcuni filtri.

Il prefiltraggio

La durata del filtro dell’acqua dipende in larga misura dal livello di torbidità dell’acqua. Se la fonte che stai utilizzando è limpida, non è necessario un prefiltro. Se l’acqua sembra torbida e ci sono molti sedimenti, allora è meglio usare un prefiltro.

Basta filtrare l’acqua attraverso una maglietta o una bandana per rimuovere la maggior parte del sedimento. Il filtro dell’acqua può quindi gestire il resto. In questo modo richiederà meno controlavaggio (ne parleremo a breve) e durerà molto più a lungo.

Metodi di purificazione dell’acqua

Bollire l’acqua

Far bollire l’acqua ucciderà tutti i parassiti, i batteri e anche i virus. Non altera il sapore dell’acqua ed è un modo molto efficace ed economico per renderla sicura da bere.

È una buona opzione se sei in campeggio ma non è pratico quando fai trekking o fai escursioni. La quantità di carburante e il tempo necessari per far bollire l’acqua rendono questo processo molto inefficiente.

Inoltre, dovrai anche aspettare a lungo prima che l’acqua sia abbastanza fresca da poter essere bevuta.

La purificazione dell’acqua viene in genere eseguita trattandola con raggi UV o aggiungendo pastiglie di cloro o iodio.

Trattamento chimico

Trattare l’acqua con sostanze chimiche come iodio, cloro o agenti ossidanti è un modo semplice ed efficace per uccidere eventuali parassiti o virus nell’acqua. Tuttavia, queste sostanze chimiche possono alterare il gusto dell’acqua.

Lo iodio in particolare conferisce all’acqua un sapore piuttosto sgradevole. Inoltre, alcune persone hanno un’intolleranza o un’allergia allo iodio. Se prendi il litio, se hai problemi alla tiroide o se sei allergico ai crostacei, è probabile che tu sia allergico anche allo iodio.

Il cloro non influisce molto sul gusto, ma Giardia e Cryptosporidium possono essere resistenti al cloro, quindi dovrai filtrare l’acqua prima di purificarla con il cloro.

Ci vuole un po’ di tempo prima che i prodotti chimici facciano il loro lavoro, quindi dovrai aspettare dai 15 ai 30 minuti prima di bere.

Le compresse per il trattamento dell’acqua sono abbastanza economiche e occupano pochissimo spazio nello zaino.

Purificazione UV

L’esposizione dell’acqua ai raggi ultravioletti uccide il 99,99% di tutti gli agenti nocivi presenti nell’acqua, inclusi batteri, parassiti (compresi Giardia e Cryptosporidium) e virus. Non utilizza prodotti chimici e non altera il sapore dell’acqua.

Funziona anche molto più velocemente della purificazione chimica. Tuttavia, se l’acqua contiene molto particolato, riduce l’efficacia di questo metodo, e andrebbe prefiltrata prima (parleremo più avanti del prefiltraggio).

Lo svantaggio è che funzionano con le batterie, quindi devi assicurarti di averne un nuovo paio e un backup per ogni evenienza. Questa è probabilmente la migliore opzione di purificazione dell’acqua per uso personale, ma questi dispositivi possono diventare un po’ costosi.

Anche la lampadina UV dovrà essere eventualmente sostituita se la usi molto.

Tipi di filtri per acqua da trekking e sopravvivenza

Filtri gravitazionali

I filtri gravitazionali usano un sacchetto, o serbatoio d’acqua, con un filtro nella parte inferiore. L’acqua viene raccolta nella sacca e poi viene appesa a un punto più alto della bottiglia/sacca idrica che devi riempire. La gravità spinge l’acqua attraverso il filtro e giù per il tubo.

I filtri a gravità sono i filtri per l’acqua più facili e veloci da utilizzare quando si vogliono filtrare grandi quantità di acqua a un gruppo di persone. Il filtro rimuoverà batteri e parassiti ma non virus. Per rimuovere odori e sapori puoi aggiungere una capsula di carbone attivo.

Questi filtri vanno bene se la tua fonte d’acqua è abbastanza profonda da poter essere raccolta con la sacca. Se stai cercando di muoverti velocemente e leggero, potresti volere un filtro più compatto.

Filtri a compressione

Si tratta di filtri che si avvitano su una sacca d’acqua flessibile. Una volta riempita la sacca, la si schiaccia, forzando l’acqua attraverso il filtro. Questi sono ottimi per uso personale per un drink veloce sul sentiero. La sacca d’acqua si ripiega e si ripone facilmente in tasca.

È una buona opzione per riempire la tua bottiglia, ma è troppo piccola e lenta per rifornire un gruppo più numeroso. Inoltre, non c’è carbone attivo nel filtro, quindi rimane con il sapore e l’odore dell’acqua che hai raccolto.

Filtri a pompa

Invece di usare la gravità, questo filtro ha una leva attaccata che pompa l’acqua attraverso il filtro quando viene azionata. L’acqua viene aspirata attraverso il tubo di ingresso, viene pompata attraverso il filtro ed esce attraverso un tubo sul lato di uscita.

La pompa può essere un po’ complicata da usare a volte e ci vuole molto più olio di gomito per ottenere acqua pulita rispetto a un filtro a gravità.

I pro sono che puoi pompare l’acqua da una fonte poco profonda e il filtro occupa pochissimo spazio nel tuo zaino. La maggior parte dei filtri a pompa rimuoverà solo parassiti e batteri, mentre i modelli più costosi filtreranno anche i virus. Alcuni di questi filtri incorporano anche carbone attivo per rimuovere odori e sapori.

Rispetto agli altri modelli, sono più fragili e ha rischio rottura, avendo elementi meccanici che si muovono.

Filtri a cannuccia

Si tratta di tubi di plastica o acciaio inossidabile con un filtro all’interno, attraverso i quali si aspira l’acqua come si farebbe con una normale cannuccia.

Sono il massimo della comodità per l’uso personale: leggeri e compatti, rimuoveranno batteri e parassiti, ma la maggior parte non rimuoverà i virus. A meno che non si tratti di modelli di fascia alta.

La pulizia viene eseguita facilmente: basta soffiare invece di aspirare, in modo che l’acqua in eccesso venga risciacquata attraverso il filtro.

Dopo circa 4.000 litri dovrai comunque smaltire questo tipo di filtri e acquistarne un altro, perchè di solito non hanno parti riparabili.

Filtri per bottiglie d’acqua

Se hai già la tua bottiglia d’acqua preferita ma vuoi essere sicuro che l’acqua sia sicura da bere, avvita semplicemente uno di questi filtri alla bocca della bottiglia. Capovolgi la bottiglia e la gravità spingerà l’acqua attraverso il filtro e nella tua bocca.

Funzionano bene sul sentiero ma la piccola quantità di acqua che filtrano li rende inadatti per rifornire più persone. Il filtro rimuoverà parassiti e batteri ma non virus, e l’assenza di carbone nel filtro significa che non migliorerai molto il gusto dell’acqua.

Come fare in modo che i filtri per acqua da trekking durino a lungo

Non importa quale tipo di filtro per acqua acquisti, prima o poi dovrà essere sostituito. Ci sono però alcuni modi che permettono di farlo durare più a lungo:

Le migliori offerte dei filtri per potabilizzazione dell’acqua

Chiariti quali sono i criteri per scegliere i filtri per acqua da trekking, diamo un’occhiata alle migliori offerte che si trovano su Amazon. Nel capitolo successivo proporremo invece le nostre recensioni dei migliori modelli secondo noi.

[amazon bestseller=”filtri per acqua da trekking” items=”8″]

I 7 migliori filtri per acqua da trekking e sopravvivenza: recensioni

Platypus GRAVITYWORKS 4L

Il Platypus GravityWorks è uno dei filtri per acqua da trekking più convenienti sul mercato, ed è un classico per tutti gli appassionati di backpacking.

Questo sistema richiede uno sforzo minimo, può filtrare fino a quattro litri di acqua contemporaneamente e vanta una velocità di flusso di 1,75 litri al minuto.

Gravity fa tutto il lavoro: basta riempire il serbatoio “sporco” da 4 litri, appenderlo a un ramo di un albero o a un masso e in pochi minuti avrai quattro litri di acqua pulita da bere.

[amazon box=”B00G4V4IVQ” template=”horizontal”]

Sawyer Squeeze Bottle

Il Sawyer Squeeze è un sistema di filtraggio ultraleggero ed è stato per anni un pilastro sulla scena dell’escursionismo.

Pratico è compatto, ha una garanzia a vita e un prezzo molto ragionevole. Nella sua applicazione più semplice, si riempie una delle due bottiglie incluse con acqua sporca e si spreme in un serbatoio pulito, una pentola per cucinare o direttamente in bocca.

E Sawyer include anche adattatori in modo da poter utilizzare Squeeze come filtro in linea sulla sacca di idratazione o in un sistema a gravità.

[amazon box=”B005EHPVQW” template=”horizontal”]

Katadyn Micropur

Le compresse Katadyn Micropur sono un trattamento chimico semplice ed efficace a base di argento e trodosene sodico. Per i viaggiatori zaino in spalla, sono il metodo ideale per purificare l’acqua.

La confezione pesa meno di 30 g, rendendole di gran lunga l’opzione di purificazione dell’acqua più leggera in questo elenco.

Per utilizzare il Katadyn è sufficiente aggiungere una compressa a un litro d’acqua, attendere 30 minuti per la protezione da virus e batteri e 2 ore per la Giardia.

[amazon box=”B006QJN2OA” template=”horizontal”]

Katadyn BeFree

Il Katadyn BeFree è un ottimo filtro per bottiglie, con un peso estremamente leggero, un funzionamento facile e una costruzione compatta e solida.

Con la sua bottiglia HydraPak inclusa, BeFree ti consente di bere come faresti da qualsiasi bottiglia d’acqua standard, con l’acqua che passa direttamente attraverso il filtro per raggiungere la bocca.

Il filtro compatto si trova all’interno della bottiglia e la sua ampia bocca facilita il riempimento. L’intero sistema pesa solo 65 g, e quando è vuoto può stare nel palmo della mano.

[amazon box=”B0794CJQ53″ template=”horizontal”]

MSR TRAIL BASE WATER FILTER

Difficile trovare un sistema di filtraggio dell’acqua più versatile della MSR Trail Base.

Combinando un sistema di filtri a gravità con la loro popolare pompa manuale TrailShot, MSR ha creato una combinazione unica che funziona bene sia che tu sia al campo base o sul sentiero.

Come il Platypus GravityWorks, il Trail Base è dotato di due serbatoi, uno sporco e uno pulito, che pendono e inviano l’acqua al serbatoio pulito per gravità.

A differenza del Platypus, il filtro sulla Trail Base si scollega facilmente e funge anche da pompa manuale completamente funzionale (TrailShot) per l’acqua in movimento.

Inoltre, il serbatoio pulito funziona benissimo per trasportare l’acqua, eliminando la necessità di ingombranti bottiglie.

[amazon box=”B078KM3VN5″ template=”horizontal”]

MSR MiniWorks EX Microfilter

La MSR MiniWorks rimane una delle pompe più popolari sul mercato. Il filtro da 0,2 micron protegge da Giardia e Cryptosporidium e arriverà a filtrare 2.000 litri d’acqua prima di essere sostituito.

[amazon box=”B000BBF2RY” template=”horizontal”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *