Questa escursione è una passeggiata attorno al Monte Zebio, un posto molto conosciuto per le grandi battaglie che ci sono state durante la Grande Guerra che vedeva protagonisti l’esercito italiano e quello austro-ungarico.

Breve introduzione sulla meta

L’Altopiano di Asiago presenta uno scenario montano e pedemontano davvero straordinario. Si possono visitare tanti luoghi in questa zona e fare molte escursioni e immergersi nella storia e nele benessere, gustando molti piatti tipici. L’escursione del Monte Zebio si collega alla Mina Scalambron e al Monte Zovetto, ambienti che possono risultare molto differenti anche se così vicini.

Scheda Tecnica

Difficoltà: facile

Tipo di percorso: E

Lunghezza TOTALE a + r: 12,6 km

Durata TOTALE a + r: 5:00 h

Dislivello: 753 m

Punto più basso: 1.160 m

Punto più alto: 1.772 m

Luogo di Partenza: Parcheggio prima della Casa di S.Antonio (1.160 m)

Punti di appoggio: Rifugio Stalder, Bivacco dell’Angelo, Malga Zebio, Casara Zebio Pastorile

Cartografia: Carta Tabacco 1:25.000, foglio 50 “Altopiano dei sette comuni, Asiago, Ortigara” (clicca qui se hai bisogno di acquistarla)

Come arrivare al punto di partenza e dove parcheggiare

Per arrivare a destinazione e iniziare il nostro percorso dobbiamo seguire le indicazioni per l’hotel Casa di S.Antonio, troveremo un parcheggio libero 50 m prima. Ci sono molti spazi per parcheggiare, proprio vicino all’inizio del sentiero.

Itinerario e sentieri da seguire

Il percorso che porta al Monte Zebio è molto semplice, risulta impegnativa la prima salita dal parcheggio verso il cimitero della Brigata Sassari, da lì in poi troviamo solo sali scendi leggeri. La segnaletica in questo percorso è ben visibile e sempre presente. Ci vuole circa mezz’ora per fare la salita nel bosco e poi ci si ritrova ad un bivio: a sinistra troviamo il cimitero della brigata Sassari, mentre a destra raggiungiamo il Monte Zebio. Dopo poco possiamo imbatterci nel cratere della mina di Scalambron, testimonianza della Grande Guerra. Questo non è solo un percorso naturalistico ma anche storico, infatti camminando ci si imbatte spesso in cartelli che spiegano cos’è successo durante la guerra nei vari punti che si incontrano.

Dopo la mina dello Scalambron bisogna seguire la segnaletica CAI e salire ancora più alto. Si arriva in un punto in cui è possibile osservare dall’alto la Malga Zebio con un piccolo laghetto di montagna. Questo è il momento di scendere e di raggiungere la malga, facendo una sosta. Continuare il percorso andando dritti ci porterebbe a fare il giro in senso contrario. In questo luogo possiamo visitare l’ecomuseo della Grande Guerra del Monte Zebio. Se vogliamo immergerci nella cultura del posto questo è sicuramente il luogo giusto. I cenni storici in questo tipo di ambiente sono fondamentali, senza informazioni non riusciremmo a vivere le giuste sensazioni.

Dopo esserci fermati a visitare il museo e a fare una breve sosta, possiamo ricominciare il nostro percorso che ci riporterà indietro. Da qui infatti bisogna tornare alla Malga Zebio e si continua il giro circolare che porta alla strada sterrata che sale poi dentro al bosco (sentiero 832). Questa strada arriva fino alla località Albi di Pastorile per poi riportarci alla mina di Scalambron, che abbiamo già visto in precedenza. Si passa poi davanti al cimitero della brigata Sassari. Lì vicino troviamo un bivacco in cui è possibile fermarsi per un pranzo al sacco. Da qui in poco tempo possiamo tornare alla croce di Sant’Antonio, prendendo la stessa strada che abbiamo preso all’andata del percorso. In generale i luoghi che incontriamo sono: la Croce di Sant’Antonio, la Mina di Scalambron, il Monte Zebio, la località Albi di Pastorile, il cimitero brigata Sassari.

Sempre lì vicino, in poche ore possiamo fare l’escursione per il Monte Zovetto. Basta seguire le indicazioni per i cimiteri militari di Val Magnaboschi, dall’abitato di Cesuna. Si può parcheggiare vicino alla cappella di Sant’Antonio. Uno dei due cimiteri è inglese, gestito ancora oggi dal Commonwealth War Graves Commission. Superati i cimiteri possiamo inoltrarci nel bosco pieno di alberi di faggio e abete, per poi ritrovarci su una strada asfaltata. Da qui bisogna prendere una strada sterrata che dove troveremo un altro bosco prima di imbatterci nella radura del Monte Zovetto. Ancora oggi si possono visitare le trincee e le postazioni blindate della Grande Guerra.

E’ pericoloso?

Il giro ad anello sul Monte Zebio è molto facile da praticare e per niente pericoloso. E’ adatto a famiglie con bambini e non ci sono grosse difficoltà se non in alcuni punti. Non c’è bisogno di un grande sforzo fisico perché è più che altro una passeggiata con cui si cammina a passo svelto.

Abbigliamento e attrezzatura consigliata

L’attrezzatura consigliata per questo tipo di percorso è quella di montagna. Dobbiamo indossare abbigliamento tecnico e avere sempre un ricambio con noi. E’ consigliato usare sempre scarpe o scarponi da trekking perché alcuni sentieri possono essere scivolosi e non percorribili con le scarpe da ginnastica. Portiamo sempre con noi del cibo e dell’acqua.

Qui sotto trovi diverse offerte di articoli che ti potrebbero essere utili se ancora non li hai, e ricorda che se ti serve qualsiasi articolo da montagna, visita il nostro negozio online e le numerose ed utili recensioni –> VAI AL NEGOZIO

Scarponi con suola Vibram

OffertaBestseller n. 1
CMP RIGEL MID TREKKING SHOES WP, Scarpe da Trekking Uomo, Asphalt-Syrah, 42 EU
  • Chiusura: gomma
  • Pelle: pelle scamosciata
  • Materiale: tomaia: pelle 100%;

Bastoni

Bestseller n. 1
Cao Camping - Coppia di Bastoncini da Trekking telescopici, Verde
  • Coppia di bastoni telescopici regolabili: 3 sezioni da 66 a 145 cm. 2 clip di fissaggio. Punta in acciaio e punta in gomma (ammortizzatore). Rondella da rando. Impugnatura ergonomica con cinturino regolabile.

T-shirt traspirante

OffertaBestseller n. 1
Salewa Solidlogo Dri-Release® T-Shirt Men, Navy Blazer, XXL
  • Una T-shirt con logo SALEWA in tessuto ad asciugatura rapida e traspirante, per l'hiking, il trekking e la vita in montagna.
  • ad asciugatura rapida
  • ad asciugatura rapida

Pile

OffertaBestseller n. 1
Columbia Fast Trek II Full Zip Fleece Giacca in Pile, Uomo, Nero (010), L
  • Giacca in pile con cerniera dal taglio classico da uomo, Elevato comfort in tutte le stagioni
  • La tasca con cerniera mantiene le mani calde e i vostri oggetti di valore come smartphone, ecc. al sicuro e protetti dal rischio di cadute.
  • Colletto alto per offrire calore e protezione contro gli elementi

Giacche antivento

OffertaBestseller n. 1
Salewa Puez Aqua 3 Powertex Hardshell Jck, Giacca Uomo, Blu (Cloisonne/0910), 50/L
  • Cappuccio fisso preformato e regolabile: il modello Puez Aqua 3 da uomo è una giacca hardshell a 2,5 strati con una membrana impermeabile e traspirante Powertex
  • Maniche ergonomiche preformate: questa giacca antipioggia da uomo, impermeabile e traspirante, offre la massima funzionalità e protezione durante le escursioni in montagna
  • Cerniera frontale con patta antivento interna: questa giacca outdoor da uomo è provvista di una finitura impermeabile con cuciture saldate, in grado di proteggere in totale sicurezza contro vento e intemperie

K-way

Pantaloni tecnici

Bestseller n. 1
Pantaloni Trekking Uomo Esterno Asciugatura Veloce Impermeabili Lavoro Traspiranti Convertibile Pantaloncini Softshell Pantaloni da Arrampicata Pantaloni Leggero da Montagna Caccia
  • ✿ Gentile Acquirente: Benvenuti a fare acquisti da Chejarity. Tempo di spedizione: 7-14 giorni, vi forniamo i migliori prodotti e servizi di qualità, vi preghiamo di contattarci in tempo se avete qualche problema, forniamo un servizio di scambio gratuito.
  • ✿ Pantaloni trekking uomo sono realizzati in poliestere 92% di alta qualità e 8% spandex. Tessuto estremamente morbido, leggero e traspirante, resistente all'abrasione, ad asciugatura rapida e impermeabile per raffreddare e asciugare tutto il tempo e evaporare rapidamente il sudore e l'umidità.
  • ✿ Pantaloni funzionali rimovibili con cerniera: le gambe dei pantaloni possono essere separate con una cerniera, possono essere facilmente e rapidamente convertite in pantaloncini lunghi, adatti per cambiare le condizioni esterne e le condizioni atmosferiche.

Borracce

Bestseller n. 1
YC Kitchen Borraccia Sportiva Motivazionale 1L - Borraccia Termica 1 litro, Bottiglia d'acqua Sportiva senza-BPA con paglia e trasporto cinghia
  • Time Marker & Motivational Citazioni - Bottiglia d'acqua motivazionale da 1000ml con tempi da bere e citazioni di ispirazione, è ottimo per misurare l'assunzione quotidiana dell'acqua, assicurandoti di rimanere idratato e motivarti a bere di più. Le nostre bottiglie d'acqua ti faranno raggiungere meglio gli obiettivi di fitness, tra cui perdita di peso, controllo dell'appetito e salute generale.
  • Design a prova di perdite e funzionale: è sufficiente aprire con una mano facendo clic sul pulsante, il coperchio a foglietto è progettato con un blocco sicuro, rendendolo a prova di polvere e a prova di perdite. La bottiglia d'acqua con una cannuccia ti fa bere più facilmente. La bocca larga è facile da adattare cubetti di ghiaccio e anche facile da pulire. (pennello per la pulizia bonus)
  • Durevole e senza BPA - La brocca d'acqua è realizzata in plastica altamente durevole, BPA e tossina, la bottiglia d'acqua è resistente alla caduta e non facilmente rotta. Puoi rilassarti e goderti l'acqua alla larga da sostanze chimiche dannose! È un'ottima scelta per chiunque perseguire uno stile di vita sano.

Crema solare

Bestseller n. 1
PIZ BUIN Crema Solare, Montagna, 50+ SPF, Protezione Solare Molto Alta, Filtro Solare UVA/UVB, Protezione Vento e Freddo, 50 ml
  • Piz Buin Crema Solare Montagna è specificamente sviluppata per condizioni di alta quota; protezione per il viso da vento, freddo, sole, 50 SPF
  • Filtri solari UVA/UVB e un estratto di Stella Alpina, che aiutano a proteggere la tua pelle dal sole e dai danni a lungo termine
  • Arricchiti con Cold Shield Complex, per un’idratazione duratura e una protezione contro il freddo estremo e il vento

Occhiali

Bestseller n. 1
ALPINA , Glace Unisex Adulto, All Black Matt, Taglia unica
  • Occhiali Urban Style
  • Protezione laterale rimovibile
  • La lente specchiata riflette i raggi infrarossi

Quando andare?

Il periodo migliore per fare l’escursione al Monte Zebio è tra Maggio e Settembre. In generale, la montagna si vive meglio nei mesi estivi ed è più facile percorrere i sentieri. In inverno non è consigliato per via della neve e del clima molto freddo, che può continuare fino in primavera inoltrata.

Altre informazioni utili

Come abbiamo anticipato, questo è un percorso che racchiude molta storia. Prima di intraprendere questa escursione è consigliato documentarsi sul periodo storico della Grande Guerra. Informarsi in anticipo è molto utile perché avremo modo di capire meglio ciò che stiamo andando a vedere. Nel percorso troviamo comunque tanta documentazione, cartelli e cenni storici molto utili. Questo percorso include vecchie trincee e riferimenti alla guerra che c’è stata proprio in questa zona. Nel museo dedicato possiamo trovare altre informazioni interessanti.
Questo forte era dotato di quattro cannoni in acciaio posti in cupole girevoli. La difesa più ravvicinata comprendeva ben quattro cannoni in bronzo e quattro mitragliatrici.

Meteo

Dove dormire

Puoi cercare degli alloggi nei dintorni. Utilizza il box di ricerca qui sotto per trovare un alloggio.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !


Booking.com