Escursione gallerie Lagazuoi

Escursione gallerie Lagazuoi

Breve introduzione sulla meta

Tra le escursioni più note nella zona delle Dolomiti Ampezzane, in Veneto, una delle più apprezzate e appaganti è senza dubbio la salita al Rifugio Lagazuoi attraverso le gallerie del Lagazuoi, non solo da un punto di vista paesaggistico ma anche da un punto di vista di interesse storico: il panorama sulle vette circostanti è impareggiabile, dalla terrazza del Rifugio Lagazuoi si gode di una vista spettacolare sulle Tofane, sul gruppo del Sorapis, sull’Antelao, sull Pelmo sul Civetta e si estende anche fino alle Pale di San Martino, l’Adamello, il Latemar e il Catinaccio, le Odle, il Pan di Zucchero e il Gran Pilastro, il Sasso Nero e la Croda Rossa d’Ampezzo.

Dal piccolo Lagazuoi è possibile vedere anche la Marmolada!

Il gruppo del Lagazuoi è stato inoltre teatro di conflitti durante la Prima Guerra Mondiale: fu infatti una roccaforte austriaca, e alcune delle gallerie e delle trincee scavate dai soldati italiani che salivano dall’imbocco presso la Cengia Martini fino all’Anticima del Lagazuoi per minare le postazioni austriache sono tuttora visibili e visitabili.

Scheda Tecnica

Difficoltà: difficile
Tipo di percorso: EE
Lunghezza TOTALE a + r: 11,3 km
Durata TOTALE a + r: 4:40 h
Dislivello: 855 m
Punto più basso: 2105 m
Punto più alto: 2778
Luogo di Partenza: Passo Falzarego
Punti di appoggio: Rifugio Lagazuoi
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 03, “Cortina d’Ampezzo e Dolomiti Ampezzane” (clicca qui se hai bisogno di acquistarla)

Come arrivare al punto di partenza e dove parcheggiare

L’escursione parte da Passo Falzarego, a circa 30 minuti di auto da Cortina d’Ampezzo, raggiungibile in alta stagione estiva anche con i mezzi pubblici di linea.
E’ possibile lasciare l’auto nel parcheggio gratuito della funivia.

Itinerario e sentieri da seguire

Dal retro del parcheggio della funivia del Lagazuoi si dirama una serie di sentieri, tra cui il sentiero CAI 402, che risale in direzione della Forcella Travenanzes, fino a raggiungere un bivio che si incontra a circa metà ghiaione: è il Sentiero del Fronte, che prendendo la deviazione a sinistra porta all’imbocco delle gallerie del Lagazuoi. Qui, a ridosso delle rocce, si trovano anche dei ruderi di baraccamenti della guerra.

Le gallerie

Con l’aiuto di un cordino metallico (brevissimo tratto esposto) si raggiunge una prima e breve galleria, in seguito alla quale si giunge all’ingresso della galleria lunga: è la galleria più lunga tra quelle ad oggi conservate, più di 1 Km di percorso totalmente al buio, fatto salvo per qualche feritoia protetta che si affaccia sulla parete rocciosa a strapiombo.

Difficoltà in questo tratto di percorso

Non vi sono particolari difficoltà tecniche se non la pendenza del sentiero all’interno della galleria che è particolarmente ripida. La percorrenza è tuttavia agevolata da gradoni di legno e da un cordino di acciaio. Attenzione ad alcuni passaggi piuttosto bassi: è caldamente raccomandato l’uso del caschetto e della torcia elettrica.

Data la lunghezza della galleria e l’altitudine, all’interno fa piuttosto freddo: è quindi opportuno coprirsi adeguamente.
Vista la particolarità e la diversità del percorso, si sconsiglia la percorrenza della galleria a chi soffre di claustrofobia o di vertigini. Per i non esperti di montagna si suggerisce di affidarsi ad una guida esperta.

Arrivo al Lagazuoi

All’uscita della galleria, la fatica sarà ampiamente ripagata dal panorama che spazia dal Lagazuoi-Fanis alle Torri del Falzarego, alle Tofane, alle Cinque Torri, all’Averau-Nuvolau, fino al Civetta e alla Marmolada.
Attraversando qualche altro breve tratto di gallerie, si percorre un tratto roccioso oltre il quale si trovano trincee e resti di baraccamenti. Da qui, in breve si raggiunge la stazione a monte della Funivia e il Rifugio Lagazuoi a m. 2752 (2.30 circa dal punto di partenza).

Il rifugio

Il Rifugio Lagazuoi è il rifugio situato a quota più elevata nelle Dolomiti Ampezzane e vanta la terrazza panoramica con la vista più spettacolare. E’ raggiungibile anche utilizzando la funivia che sale da Passo Falzarego.

Piccolo Lagazuoi

Dal rifugio Lagazuoi, con altri circa 10 minuti si raggiunge la cima del piccolo Lagazuoi a 2778 m da dove si può ammirare una vista spettacolare e da dove si vede anche in lontananza la Marmolada.

Video in Cima al Piccolo Lagazuoi 2778 m

 

Dal rifugio alla Forcella Travenanzes e Forcella Col dei Bos

Dopo una meritata pausa, si riprende l’escursione ridiscendendo verso il rifugio e, da qui, si imbocca il sentiero CAI 401 che conduce alla Forcella Lagazuoi, a m. 2572; si prosegue lungo il sentiero pianeggiante verso la Forcella Travenanzes a m. 2507, che si raggiunge dopo circa un’ora dalla partenza dal Rifugio.

 

 

 

 

Arrivati a questo punto, per chi non se la sente di proseguire o se il meteo non è favorevole, si può facilmente rientrare al parcheggio attraverso un sentiero che in mezz’ora riporta al Passo Falzarego, mentre è possibile (e raccomandabile) proseguire verso forcella Col dei Bos, per il sentiero 402 per ammirare da vicino la meravigliosa alta valle Travenanzes, le Torri del Falzarego e del Col dei Bos, e l’imponente Tofana di Rozes; con le loro impressionanti pareti rocciose che lasciano man mano spazio a tappeti erbosi e numerosi rivoli d’acqua. Il paesaggio qui è davvero emozionante.

Percorrendo il sentiero in mezz’ora si raggiunge la Forcella Col dei Bos, a m 2330.

Si seguirà poi il sentiero 412  e successivamente arrivando ad un piccolo tunnel si segue il sentiero 423, arrivando ai ruderi dell’ex Ospedale Militare sotto le Torri di Falzarego.

Da qui il sentiero in discesa prosegue e in poco tempo riporta al Passo Falzarego.

Foto scattate durante l’escursione

Partenza dal Passo Falzarego

Partenza dal Passo Falzarego

bivio che sale alle gallerie

bivio che sale alle gallerie

gallerie Lagazuoi

Si intravede la galleria

gallerie Lagazuoi

entriamo nella galleria

vista dalle gallerie Lagazuoi

vista dalle gallerie

vista dalle gallerie Lagazuoi

vista dalle gallerie

Rifugio Lagazuoi e Marmolada

vista dalle gallerie: Rifugio Lagazuoi e Marmolada

uscita dalle gallerie Lagazuoi

uscita dalle gallerie…uno spettacolo!

Gallerie Lagazuoi

sempre vista panoramica all’uscita delle gallerie

cima piccolo Lagazuoi

cima piccolo Lagazuoi 2778 m

andando in direzione del ritorno

Tofana di Rozes in lontananza

L’imponente Tofana di Rozes vista da vicino

Ci siamo quasi … più o meno !

Alternative al percorso

Si può rendere questo spettacolo di escursione anche più semplice. Per esempio si possono evitare le gallerie e quindi seguire la direzione per la Forcella Travenanzes sia in andata che in ritorno, oppure si possono salire le gallerie e poi invece di allungare il giro per la Forcella Col dei Bos, scendere al bivio della forcella Travenanzes.

In alternativa esiste anche la funivia che magari si può utilizzare per la salita e poi si può scendere o per la Forcella Travenanzes o per la parte più lunga per la Forcella Col dei Bos. Personalmente ho fatto anche questa variante della salita con funivia e discesa per Forcella Col dei Bos con i bambini e se vuoi rendergli la vita più facile scendi per Forcella Travenanzes 🙂 Ovviamente mi sono fatto anche la versione qui descritta con le gallerie e devo dire che è una delle escursioni per me più belle 😉

Al Lagazuoi anche con i bambini!

Con i bambini come dicevo abbiamo preso la funivia per salire al rifugio e piccolo Lagazuoi e poi con calma e qualche capriccio siamo scesi verso la Forcella Col dei Bos.

funivia Lagazuoi

funivia Lagazuoi

Rifugio Lagazuoi

Rifugio Lagazuoi

verso il Piccolo Lagazuoi

verso il Piccolo Lagazuoi

in cima al Piccolo Lagazuoi

in cima al Piccolo Lagazuoi

Forcella Travenanzes

Forcella Travenanzes

Tofana de Rozes

Tofana de Rozes

E’ pericoloso?

E’ un’escursione stupenda ma da non prendere sottogamba. Prima dell’imbocco delle gallerie c’è una corda di sicurezza perchè c’è un passaggio esposto, nonostante si tratti di una passaggio che si affronta con 2 passi di numero!

Nelle gallerie è obbligatorio indossare caschetto e torcia in quanto c’è il serio rischio di sbattere la testa e vi assicuro che capita , solo che se capita con il caso è un conto, se ti capita senza diventano problemi! La torcia anche questa indispensabile in quanto alcuni tratti di galleria sono lunghi e quindi buio pesto!

Attenzione che nelle gallerie si scivola!

La gallerie mettono a dura prova le tue gambe (il giorno dopo ti faranno male!). Io ho preferito farle in salita, perchè in discesa le ginocchia ne risentono molto essendoci gradoni belli alti. Inoltre in discesa c’è più rischio di scivolare.

Nel complesso l’escursione fatta con questo giro richiede un pò di allenamento, a meno che non la rendi più facile come descritto nelle alternative al percorso.

Abbigliamento e attrezzatura consigliata

Pur non presentando particolari difficoltà tecniche, è doveroso ricordare che ci si trova in ambiente di alta montagna: è fondamentale essere muniti di calzature ( sempre bene avere scarponi con suola Vibram!) ed abbigliamento adeguato, oltre alla torcia elettrica e al caschetto  OBBLIGATORI per la percorrenza delle gallerie. Ricorda che arriverai quasi a 3000 m di altitudine quindi quando ti fermi farà bello fresco anche d’estate, ed è bene avere nello zainopile, giacca antivento, e K-way ovviamente in caso di pioggia (ahimè!).

Non sottovalutare la crema solare vista l’altitudine!

Casco

OffertaBestseller No. 1
Salewa Toxo Casco, Unisex-Adulto, Blu (Blue), Taglia Unica
  • Un classico di Salewa: il casco Toxo di Salewa, il classico casco da arrampicata da donna e da uomo, offre un ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Climbing zone: queste scarpe da trekking da donna sono ottimi per avvicinamenti tecnici, vie ferrate e arrampicate; sono provviste di una climbing zone sulla punta e assicurano buone prestazioni in bordatura
  • Suola POMOCA con composto butilico: grazie alla suola antisdrucciolo POMOCA con composto butilico, queste scarpe outdoor da trekking da donna offrono una ottima presa sulla roccia, sia sull’asciutto che sul bagnato

Torcia

OffertaBestseller No. 1
Cocoda Torcia Frontale, Lampada Frontale LED Ricaricabile con 5 modalità di Illuminazione, 200 Lumen, IPX4 Impermeabile, Regolabile Leggero Lampada da Testa per Corsa, Pesca, Trekking, Campeggio
  • 【LEGGERO & DI FACILE UTILIZZO】: Il torcia frontale è leggero (solo 45g) e compatto (2,4 * 1,2 * 1,3 pollici), per non sentire la pressione sulla testa. L'archetto elastico traspirante e regolabile si adatta perfettamente ad adulti e bambini, mantenendo lla torcia frontale comoda e stabile sulla testa, anche durante la corsa.
  • 【SUPER LUMINOSO & REGOLABILE】: Torcia frontale da 200 lumen potrebbero illuminarti fino a 100 m. L'angolo del fascio luminoso del torcia frontale può essere regolato fino a 60 gradi con un semplice movimento verso l'alto o verso il basso, consentendo di focalizzare la luce dove serve.
  • 【USB RICARICABILE】: La batteria integrata ai polimeri di litio da 800 mAh di alta qualità offre autonomia fino a 12 ore in bassa potenza e 5 ore in alta. Sono necessarie solo 2 ore per ricaricarsi completamente tramite la porta USB (cavo USB incluso). La durata delle luci a LED è di oltre 100.000 ore, nessuna preoccupazione per la sostituzione.

Qui sotto trovi diverse offerte di articoli che ti potrebbero essere utili se ancora non li hai, e ricorda che se ti serve qualsiasi articolo da montagna, visita il nostro negozio online e le numerose ed utili recensioni –> VAI AL NEGOZIO

Scarponi con suola Vibram

OffertaBestseller No. 1
CMP Arietis, Scarpe da Arrampicata Alta Uomo, (Arabica Q925), 42 EU
  • Zona flessibile alla caviglia per una maggiore libertà di movimento.

Comunque io non ho resistito ed in maniera compulsiva ho preso questi bellissimi Salewa in Gore Tex e suola ovviamente Vibram con uno sconto quasi del 50%! Spero che anche tu possa usufruire di questa speciale offerta.

CLICCA QUI PER VEDERE SE SONO ANCORA IN OFFERTA!

K-way

OffertaBestseller No. 1

T-shirt traspirante

OffertaBestseller No. 1
Salewa Puez Melange T-shirt, Uomo, Quiet Shade Melange, L
  • Struttura a tassello della manica per un'ottima libertà di movimento
  • Vestibilità: normale
  • Fondo posteriore allungato

Pile

Bestseller No. 1
JFAN Sciarpa Circolare Scaldacollo a Maglia Spessa Foderata in Morbido Pile a Doppio Strato Invernale
  • Materiale: cotone e acrilico, realizzato in tessuto di cotone super morbido, traspirante, delicato sulla pelle, eccellente effetto caldo, asciugatura rapida, buon assorbimento del sudore, più comodo e antivento. Non preoccuparti più del freddo
  • Questi colori classici e il design in maglia a coste rombica si adattano facilmente a tutto nel tuo guardaroba. Accessorio ideale per abbinare i tuoi vestiti nelle stagioni autunnali e invernali.
  • Sciarpa ad anello perfetta in inverno, tu e i tuoi piccoli potete indossare questo scaldacollo invernale. Ottimo look per uscire, come trekking, campeggio, shopping per le vacanze, corsa, sci, pattinaggio, pesca, canoa. Indossa questa calda sciarpa a sfioro invernale con cappelli e guanti coordinati e il tuo cappotto invernale preferito e preparati per la neve

Borracce

Bestseller No. 1
Borraccia Termica 500ml, Senza BPA, Bottiglia Acqua in Acciaio Inox Sottovuoto a Doppia Parete, per Campeggio di Sport Esterni Escursionismo Escursioni in Bicicletta, Argento
  • 🍶Borraccia con Isolamento Sottovuoto:La nostra bottiglia d'acqua sottovuoto con il meglio di entrambi i mondi, puoi portare acqua calda, acqua ghiacciata, bevande o caffè appena fatto ovunque tu vada, quindi sorprenditi che l'esclusivo isolamento sottovuoto a doppia parete mantiene la tua bevanda fredda fino a 24 ore o caldo fino a 12 ore, indipendentemente dalla temperatura esterna!
  • 💧Alta Qualità e a Prova di Perdite:Le pareti interne ed esterne del bollitore in acciaio sono realizzate in acciaio inossidabile 304(18/8) alimentare per garantire durata e leggerezza. Non contiene BPA, è atossica, ecologica, antiruggine e a prova di perdite.L'anello di tenuta del coperchio è realizzato in silicone alimentare, che è sicuro e non perde. Non importa dove tu vada, puoi mettere la bottiglia d'acqua nella borsa a piacimento.
  • 🌏Rispettoso dell'Ambiente e Sicuro al 100%:La borraccia sottovuoto è realizzata in acciaio inossidabile 304 antiruggine di altissima qualità, senza alcun odore, in grado di mantenere il gusto e la purezza della tua bevanda preferita. Riutilizzabili e fornendo al contempo sane.Alternative ai bicchieri di plastica USA e getta. Privo di BPA e ftalati.

Giacche antivento

OffertaBestseller No. 1
Salewa Puez (Aqua 3) Giacca, Uomo, Premium Navy/4570, L
  • Cappuccio fisso preformato e regolabile: il modello Puez Aqua 3 da uomo è una giacca hardshell a 2,5 strati con una membrana impermeabile e traspirante Powertex
  • Maniche ergonomiche preformate: questa giacca antipioggia da uomo, impermeabile e traspirante, offre la massima funzionalità e protezione durante le escursioni in montagna
  • Cerniera frontale con patta antivento interna: questa giacca outdoor da uomo è provvista di una finitura impermeabile con cuciture saldate, in grado di proteggere in totale sicurezza contro vento e intemperie

Crema solare

OffertaBestseller No. 1
Bionike Defence Sun Crema SPF50 Protezione Alta - 50 ml
  • Indicata per la pelle sensibile molto chiara e i per-reattiva al sole, per le prime esposizioni e nei casi di sole intenso
  • Garantisce una protezione sicura dai raggi uva-uvb
  • Formato 50 ml

Occhiali

Bestseller No. 1
Bertoni Occhiali da Montagna Escursionismo Trekking Arrampicata Ghiacciaio Sci con Lenti Polarizzate – MOD. Cortina Italy (Lente Polarizzata Grigia - Blu Specchio)
  • Occhiali molto coprenti con scocche laterali in pelle, protezione ottimale contro i raggi del sole, vento ed intemperie in condizioni estreme
  • Montatura: policarbonato antiurto - colore: nero lucido - Calzata adatta a tutti i tipi di viso (da sottili a grandi)
  • Lenti Polarizzate - La polarizzazione della lente limita i riflessi provenienti da superfici orizzontali riflettenti come ghiaccio, neve, acqua - 100% di protezione dai raggi UV - Disponibile con lente polarizzata fumo specchio blu di cat. 3 VLT 12,1% ( volume di trasmittanza della luce, blocca 88% della luce ) oppure con lente polarizzata dark brown cat. 3 – VLT 14,1% blocca 86% della luce

Pantaloni tecnici

Bestseller No. 1
DAFENP Pantaloni Trekking Donna Invernali Impermeabile Pantaloni Sci Termici Softshell Pantaloni Neve Montagna Escursionismo Caldo All'aperto (Small, A Grigio)
  • Pantaloni softshell donna: 92% poliestere, 8% spandex, comodi e resistente all'usura
  • Pantaloni trekking donna: la vita regolabile con cintura consente una vestibilità comoda
  • Eleganti pantaloni termici donna con una tasca cargo con cerniera sulla coscia, tasche di sicurezza sul davanti e sul retro e un resistente ginocchio

Bastoni

Bestseller No. 1
ALPIN LOACKER Bastoncini Trekking Telescopico Retrattili + Accessori + Borsa: Nordic Walking, Montagna, Sci Alpinismo Neve, Strada | Bastoni Racchette Ultraleggeri, Alluminio e Sughero, Donna Uomo
  • ✅ INFRANGIBILI E LEGGERI - L'alluminio ha il vantaggio di combinare queste due proprietà superiori. Quando è chiuso, un bastone da passeggiata è lungo 65 cm e pesa solo 292 grammi!
  • ✅ DIMENSIONI PERFETTE - I bastoncini telescopici sono regolabili individualmente e quindi adatti a tutti. Puoi estenderli da 105 cm fino a 135 cm. Per donne e uomini.
  • ✅ INCLUDE ACCESSORI - Quindi sei ben attrezzato per qualsiasi condizione meteorologica. I bastoncini da camminata in alluminio vengono consegnati in un set con piastre da neve, piastre estive e piastre per fango, neve e ghiaccio.

Informazioni utili

Nel primo tratto del percorso non ci sono fonti d’acqua se non al Rifugio Lagazuoi; solo nella seconda parte del percorso, verso la Forcella Col dei Bos si trovano delle sorgenti ma è opportuno partire ben riforniti di acqua.

Le Gallerie del Lagazuoi rientra nel contesto del Museo all’aperto della Guerra di Cortina d’Ampezzo, non è pagamento ma è opportuno informarsi sulle condizioni della galleria prima di intraprendere il percorso.

Si ricorda inoltre che la galleria è aperta da giungo a ottobre in base alle condizioni meteo (in inverno la galleria non è percorribile a causa della neve che ostruisce i passaggi e del gelo che si forma sul percorso).

Quando andare

Il periodo migliore va da giugno a settembre, ovviamente controllare il meteo e che non ci sia neve vista l’altitudine.

Meteo Rifugio Lagauoi

Dove dormire

Puoi cercare degli alloggi nei dintorni nel Passo Falzarego e quindi per esempio Cortina, Selva di Cadore, San Cassiano.

Utilizza il box di ricerca qui sotto per trovare un alloggio.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !


Booking.com