Fotografia e montagna sono due passioni che camminanon spesso in parallelo. A volte però una foto non basta, e sentiamo il desiderio di catturare in un video le emozioni che viviamo in alta quota. In questo caso insieme a cavalletti, reflex, mirrorless, obiettivi nei nostri zaini fotografici dovremmo mettere anche i migliori gimbal per stabilizzare i video.

Ma cosa sono i gimbal e qual è la loro utilità in montagna? Scopriamolo con questa guida all’acquisto.

Le migliori offerte

[amazon bestseller=”gimbal” items=”8″]

I migliori modelli

[amazon box=”B07QD9PB11″ template=”horizontal”]

[amazon box=”B07R48NZVD” template=”horizontal”]

[amazon box=”B099ZXD27F” template=”horizontal”]

[amazon box=”B07K175L1D” template=”horizontal”]

[amazon box=”B095HSJFLX” template=”horizontal”]

[amazon box=”B077Z5KVGW” template=”horizontal”]

[amazon box=”B09CYRR5GT” template=”horizontal”]

[amazon box=”B09J4GXV63″ template=”horizontal”]

[amazon box=”B07RPMXD6G” template=”horizontal”]

[amazon box=”B09J7M4YH7″ template=”horizontal”]

Migliori Gimbal: Tutto Quello Che C’è Da Sapere

A Cosa Servono I Gimbal

Per molto tempo i creatori di immagini dovevano scegliere tra l’acquisto di una fotocamera che scattasse buone foto e una che girasse buoni video.

Ma le linee di demarcazione si sono erose nel corso degli anni e i sistemi di obiettivi intercambiabili mirrorless che dominano il mercato delle fotocamere oggi sono dei veri dispositivi ibridi. Sono quindi altrettanto bravi a registrare video 4K e 8K quanto a scattare foto Raw di alta qualità.

Ma tutti i pixel del mondo non contano nulla se il tuo video sembra essere stato girato durante un terremoto, cosa piuttosto comune, soprattutto se si gira in montagna o durante l’attività sportiva. La stabilizzazione gioca dunque un ruolo chiave.

Molte fotocamere hanno strumenti integrati per stabilizzare le riprese. Ma anche con la stabilizzazione interna al corpo macchina, la stabilizzazione ottica sull’obiettivo e strumenti digitali innovativi, le riprese a mano possono risultare mosse.

È qui che entra in gioco un supporto aggiuntivo. Per scatti statici può essere semplicemente un robusto treppiede, in genere con una testa mobile per panoramiche e movimenti fluidi della macchina fotografica.

Ma per fare delle riprese stabili in stile cinematografico, la scelta migliore è un gimbal (in italiano sarebbe “giunto cardanico”), un tipo di stabilizzatore che negli ultimi anni sta dominando il mercato.

Che Cosa Sono I Gimbal

Un gimbal è un supporto girevole che consente di muovere una videocamera (reflex, mirrorless, cellulare, action cam…) indipendentemente dal movimento della mano che regge il gimbal stesso. Alcuni gimbal hanno una loro piccolo videocamera già integrata (di fatto sono delle action cam con stabilizzatore).

Immaginiamo un bastone da selfie 2.0: lo impugniamo, ci muoviamo, ma l’obiettivo rimane in posizione (o si muove nella direzione che vogliamo, grazie al motore del gimbal).

Un gimbal a 3 assi (come vedremo ce ne sono anche da 2) consente di muovere la macchina fotografica tramite joystick lungo i 3 assi identificati come beccheggio, imbardata e rollio.

L’asse del beccheggio (cioè l’inclinazione) si riferisce al movimento su e giù di un soggetto. Un buon esempio di quando lavorare con l’inclinazione è quando stai cercando di catturare oggetti che cadono o un soggetto che scende le scale.

L’asse di imbardata (cioè la panoramica) si riferisce al movimento da sinistra a destra e può essere utilizzato per catturare oggetti che si muovono orizzontalmente.

Infine l’asse di rollio (cioè l’angolo olandese) consente di catturare oggetti con angoli fuori centro o non livellati rispetto all’orizzonte.

I migliori gimbal a 3 assi assicurano che il movimento di una telecamera sia costantemente stabilizzato.

Per la stabilizzazione, i giunti cardanici utilizzando dei motori brushless per mantenere il dispositivo montato in posizione con movimenti fluidi e nessun rumore aggiunto.

Per usare un gimbal correttamente sono necessarie alcune impostazioni: devi assicurarti che la tua fotocamera sia centrata e bilanciata, seguendo le istruzioni del tuo gimbal. L’operazione dev’essere ripetuta se cambi corpo macchina o obiettivo: appena varia il peso, la taratura va rifatta.

A differenza di un semplice cavalletto, c’è una curva di apprendimento, ma con un po’ di pratica sarai in grado di configurare il tuo kit in poco tempo.

Una volta che tutto è pronto e funzionante, un gimbal offre filmati perfettamente fluidi, come quelli ottenuti da una Steadicam su un set di Hollywood o da un drone stabilizzato.

Del resto, le telecamere montate sui droni utilizzano lo stesso tipo di motori brushless per mantenere l’immagine stabile.

Gimbal a 2 Assi vs Gimbal a 3 Assi

La maggior parte dei gimbal avranno 2 o 3 assi. Come già anticipato, è preferibile acquistare un gimbal a 3 assi, che ha però a sua volta dei lati negativi.

Un gimbal a due assi stabilizza il movimento di una telecamera che si inclina in avanti e indietro o da un lato all’altro. Non correggerà i movimenti indesiderati nell’asse di imbardata.

Un gimbal a tre assi, invece, corregge le vibrazioni indesiderate anche nell’asse di imbardata, risultando in filmati ancora più stabili. Tuttavia, questi gimbal hanno un perno extra, il che significa che pesano di più. Un gimbal a 3 assi ha anche un motore extra, quindi un maggiore consumo di batteria.

Diciamo che se hai intenzione di scattare principalmente in studio o di catturare oggetti inanimati, un gimbal a due assi potrebbe essere sufficiente. Ma se vuoi girare video dinamici, ad esempio mentre corri o sei in macchina, allora un gimbal a tre assi è un must.

Prezzo

Se vuoi comprare il tuo primo gimbal, il budget a disposizione sarà chiaramente un fattore fondamentale. Dopotutto, non vorresti spendere troppo se non hai ancora abbastanza esperienza per sfruttare tutte le possibilità di un attrezzo tutto sommato complesso.

Alcuni gimbal per smartphone partono da meno di € 40, mentre i modelli premium potrebbero costare più di € 120. Se cerchi invece i migliori gimbal con fotocamere integrate, il prezzo potrebbe salire fino a € 350 o più. Il prezzo sale se hai bisogno dei migliori gimbal in grado di supportare la tua fotocamera mirrorless o DSLR: in questo caso si possono superare i € 500.

Dovresti anche considerare le tue esigenze di regista: hai intenzione di usarlo per scatti dinamici o semplicemente per B-roll (spezzoni di intermezzo)? I video dinamici in montagna richiedono gimbal a tre assi, come già detto. Per filmati meno ambiziosi e in location dove è più facile tornare in caso di video mosso ci si può soffermare sulle offerte di fascia bassa.

Compatibilità

Inutile andare alla ricerca dei migliori gimbal, se poi quei modelli non sono compatibili con il nostro dispositivo.

In effetti, alcuni gimbal di fascia alta ottengono recensioni negative a causa della loro (scarsa) compatibilità. Questo è particolarmente vero per i gimbal che funzionano solo con modelli di fotocamere specifici. Quindi, prima di aggiungere il gimbal al carrello, assicurati che sia compatibile con l’attrezzatura che hai.

In termini di compatibilità, ecco alcune delle cose che dovresti tenere a mente.

Sebbene molti gimbal siano compatibili con la maggior parte dei dispositivi sul mercato, è meglio consultare il produttore. Potrebbero esserci casi in cui il produttore non ha ancora creato un’app per l’ultima versione di iOS, rendendola inutilizzabile. Oppure il gimbal stesso non è abbastanza potente per stabilizzare telefoni larghi e spessi.

Se hai intenzione di espandere la tua attrezzatura in futuro, devi considerare il tipo di fotocamera per cui è progettato il gimbal. La maggior parte dei gimbal per smartphone sono progettati per funzionare solo con gli smartphone. Mentre puoi collegare una action cam ad alcuni gimbal, potrebbero essercene alcuni che non hanno questa opzione.

Come già detto, ci sono gimbal per fotocamere, che possono supportare grandi DSLR, mirrorless action cam e smartphone. Tuttavia, questi dispositivi sono molto più costosi e pesanti.

Se hai intenzione di aggiungere accessori al tuo smartphone, come una custodia o un obiettivo aggiuntivo, dovresti cercare un gimbal più robusto. Alcuni modelli più economici o meno recenti potrebbero avere un limite di peso, rendendolo un po’ meno stabile se il tuo dispositivo è troppo pesante.

E questo vale anche per i gimbal da macchina fotografica. Il modello che scegli potrebbe essere progettato per una fotocamera mirrorless, quindi se ci installi una DSLR con un obiettivo professionale pesante, potrebbe non funzionare correttamente.

Batterie

Il gimbal ha un motore interno che consuma batteria, quindi deve tenere in considerazione questo fattore, soprattutto se prevedi delle lunghe uscite in montagna.

Se sei costantemente outdoor, potresti prendere in considerazione la possibilità di portare con te batterie di riserva. Sarebbe anche utile che il tuo gimbal avesse un adattatore per batterie standard AA o AAA.

I migliori gimbal possono durare uno o due giorni di riprese con solo due o tre pacchi di batterie. In questo modo, non devi portarti nello zaino peso extra solo per assicurarti di non rimanere senza energia nel bel mezzo di una ripresa.

Connettività

Dovresti anche prendere in considerazione le opzioni di connettività quando valuti quali siano i migliori gimbal per te.

L’ideale è che il tuo gimbal abbia più opzioni di connessione. Mentre la maggior parte degli smartphone accetterà sia connessioni Wi-Fi che Bluetooth, ci sono modelli di fotocamere che hanno solo l’una o l’altra.

Supporti per Accessori

Se hai intenzione di fare video per i quali è necessario disporre di illuminazione sulla fotocamera, microfono o LCD esterno, il tuo gimbal dovrebbe avere supporti ad hoc.

Alcuni gimbal hanno anche supporti per treppiede o gambe integrate. In questo modo, se hai bisogno di appoggiarlo mentre scatti, puoi farlo in sicurezza.

Altre Funzionalità

Potrebbero esserci alcune situazioni in cui dovrai esaminare le altre funzionalità di un gimbal. Ad esempio, alcuni dei migliori gimbal ti consentono di tracciare automaticamente il tuo soggetto e tenerlo nell’inquadratura della fotocamera. Questo è particolarmente utile se il soggetto si muove molto. In questo modo puoi mantenere la tua clip fluida assicurandoti che il tuo protagonista non lasci il fotogramma.

E se hai bisogno di registrare in condizioni meteorologiche avverse o anche sott’acqua, devi cercare gimbal con valutazioni di resistenza all’acqua. Per questo ci sono alcuni gimbal che hanno lo stesso grado di protezione ambientale delle videocamere GoPro.

Così avrai la certezza di una clip professionale anche in un’escursione sotto una pioggia battente o addirittura facendo canyoning.

Le migliori offerte

Dopo questa panoramica sui gimbal, diamo un’occhiata alle offerte che si trovano su Amazon. Nel capitolo successivo proporremo invece le nostre recensioni dei migliori modelli secondo noi.

[amazon bestseller=”gimbal” items=”8″]

I 10 Migliori Gimbal Per Stabilizzare i Video: Recensioni

DJI RS 2

All’unanimità uno dei migliori gimbal per macchine fotografiche sul mercato. Rispetto alla vecchia edizioni, i bracci in metallo sono stati tutti sostituiti da un design monoscocca in fibra di carbonio e ogni altro elemento del joystick, punti di montaggio, rotella di messa a fuoco e impugnatura è stato migliorato e potenziato.

L’aggiornamento più significativo a parte il drastico cambiamento di design è il carico utile che è aumentato da 3,6 kg a 4,5 kg. È anche più leggero della serie Ronin-S (1,3 kg).

Non è tutto: è anche più piccolo, il che è stato reso possibile dai progressi della tecnologia. Il nuovo RS 2 misura 410 x 260 x 195 mm inclusa l’impugnatura ma senza l’estensione.

Il design vede anche una vasta serie di aggiunte, tra cui un touchscreen LCD a colori da 1,4 pollici; questo ti consente di scorrere rapidamente le opzioni e le impostazioni.

Un altro grande cambiamento è l’aggiunta di porte RSA/NATO professionali che consentono di incorporare la nuova RS 2 in impianti o sistemi di controllo più grandi e complessi.

Il tempo di funzionamento in condizioni ideali è di 12 ore e per alimentare l’RS 2 viene utilizzata una batteria dal tempo di ricarica di 1 ora e mezza, il che non è affatto male.

Come sempre, RS 2 offre una connessione Bluetooth tra il gimbal e l’app Ronin disponibile sia per dispositivi iOS che Android. Questa connessione Bluetooth utilizza la più recente tecnologia Bluetooth 5.0.

La rotazione massima controllata rimane la stessa del Ronin-S a 360º su tutti gli assi.

[amazon box=”B07QD9PB11″ template=”horizontal”]

DJI Ronin-SC

Piccolo, leggero (1,1 kg) e agile, questo Ronin-SC è uno dei migliori gimbal per macchine fotografiche mirrorless.

Se utilizzi una fotocamera mirrorless leggera e desideri un gimbal motorizzato compatto ma conveniente, facile da trasportare e dotato di molte funzioni per non troppi soldi, il DJI Ronin-SC è un ottimo acquisto.

È semplice da configurare una volta che hai preso la mano, ha diverse modalità per diversi soggetti e viene fornito con un mini treppiede in modo da poter eseguire timelapse, motion lapse e panorami. Il tutto controllato con un’app straordinariamente facile da usare

[amazon box=”B07R48NZVD” template=”horizontal”]

DJI OM 5

l DJI OM5 è semplicemente uno dei migliori gimbal per smartphone in circolazione. Ha un’asta estensibile di 21,5 cm ed ha il peso irrisorio di 290 g.

DJI ha rimosso la grande batteria pesante che si trova nei modelli precedenti in favore di una meno potente, ma che ha ancora oltre 6 ore di durata.

La maneggevolezza e la qualità costruttiva dell’OM5 è eccellente: ha una maniglia in gomma per la presa e il joystick è perfettamente posizionato per un facile utilizzo. Puoi utilizzare i controlli gestuali come la visualizzazione di un segno “V” per avviare la registrazione e l’ActiveTrack si bloccherà e terrà inquadrato un soggetto anche quando è in movimento.

[amazon box=”B099ZXD27F” template=”horizontal”]

FeiyuTech G6

Ottima durata della batteria, controllo della funzionalità tramite l’app, uno schermo LCD OLED per un rapido controllo delle impostazioni e un design a prova d’acqua… Il FeiyuTech G6 ha un sacco di caratteristiche che renderanno felice l’utente di action camera ed è uno dei migliori gimbal per chi fa video in situazioni dinamiche.

È progettato per funzionare con un angolo in cui il gimbal non oscura mai lo schermo della fotocamera, il che significa che puoi sempre ottenere una lettura precisa di ciò che stai riprendendo.

[amazon box=”B07K175L1D” template=”horizontal”]

Zhiyun Smooth Q3

Con un sacco di diversi gimbal sul mercato, vale sempre la pena prestare attenzione a quelli che aggiungono qualcosa in più per distinguersi.

Zhiyun Smooth Q3 propone una luce di riempimento reversibile incorporata alla consueta stabilizzazione a 3 assi, che spalanca alcune opzioni in più per i videomaker con smartphone.

Sebbene la costruzione sia un po’ plastica e il manico un po’ piccolo, lo Zhiyun Smooth Q3 generalmente fa un buon lavoro nel mantenere stabili le riprese del cellulare, soprattutto considerato il prezzo.

Le sue modalità di tracciamento funzionano bene e si integrano bene con l’app ZY Cami.

[amazon box=”B095HSJFLX” template=”horizontal”]

Zhiyun Weebill-S

Se stai appena iniziando il tuo percorso da videomaker, questo è uno dei migliori gimbal che puoi acquistare.

Il Weebill-S a 3 assi svolge un lavoro fantastico con fotocamere mirrorless full frame (o più piccole).

Ci vuole un po’ di tempo per capire come accedere a tutte le configurazioni e quali modalità funzionano meglio per il tipo di video che vorresti realizzare, ma sul campo si rivela efficace e facile da usare.

Zhiyun Weebill-S può anche azionare una fotocamera collegata tramite una connessione cablata e gli accessori disponibili includono il controllo della messa a fuoco e dello zoom, nonché il telecomando e la trasmissione delle immagini.

C’è anche un’applicazione (ZY Play) che consente agli utenti di accedere tramite uno smartphone per modificare le impostazioni essenziali, utilizzare il gimbal e aggiornare il software.

[amazon box=”B077Z5KVGW” template=”horizontal”]

Moza Air 2S

Spesso, la Moza a proposto alcuni tra i migliori gimbal per rapporto qualità prezzo, e il Moza Air 2S non fa eccezione.

Rispetto al diretto concorrente DJI RSC2, il Moza offre una durata della batteria di 20 ore migliorata, un carico utile simile (4,2 kg) e opzioni di attacco aggiuntive (come un utile supporto per slitta a contatto caldo) sul lato e sul retro. La scatola è anche imbottita con una generosa quantità di accessori.

Una caratteristica particolarmente unica che ottieni con Air 2S è una rotella di messa a fuoco e zoom che può essere controllata con molta più precisione rispetto al tipo standard di rotella di messa a fuoco che trovi altrove.

Ha anche una bella opzione di calibrazione e controllo del bilanciamento assistita dall’intelligenza, artificiale che significa che non devi dedicare molto tempo a configurare.

La coppia dei motori può gestire comodamente combinazioni di fotocamere e obiettivi più pesanti e le prestazioni di stabilizzazione dell’immagine sono solide. Il gimbal a 3 assi offre anche 3 modalità di scatto speciali, denominate modalità Inception, FPV e Sport Gear.

[amazon box=”B09CYRR5GT” template=”horizontal”]

Zhiyun Crane M3

Il Crane M3 è uno dei migliori gimbal compatti in commercio.

Con un peso di appena 0,7 kg e una lunghezza di 24 cm quando ripiegato, il Crane M3 è il gimbal più piccolo in grado di gestire comodamente un carico utile di circa 1,5 kg.

Questo significa che può trasportare praticamente tutte le fotocamere mirrorless APS-C e molte fotocamere full frame.

Il Crane M3 è sorprendentemente in grado di gestire carichi utili più pesanti, ma tieni presente che il movimento su uno o più assi potrebbe essere leggermente limitato su fotocamere più grandi.

È interessante notare che Zhiyun commercializza questo gimbal compatto anche per l’uso con una action cam come la GoPro HERO10 o uno smartphone. Il pacchetto “Combo” include un adattatore per smartphone che lo rende una bella alternativa a un gimbal per smartphone dedicato come il DJI OM5.

Il gimbal riesce anche a racchiudere una serie di fantastiche funzionalità date le sue dimensioni. C’è un pratico display LCD a colori e una luce LED integrata da 800 lumen, che in condizioni di scarsa luminosità in montagna può fare comodo.

Questo modello utilizza una piastra a sgancio rapido proprietaria, il che significa che è leggermente meno flessibile rispetto ai più costosi gimbal di medie dimensioni che spesso utilizzano una piastra Manfrotto più standard.

Nel complesso, questo è un ottimo gimbal per i vlogger e gli escursionisti che semplicemente non possono permettersi di trascinarsi dietro un enorme gimbal ovunque vadano. Le prestazioni di stabilizzazione sono buone quasi quanto gli altri gimbal elencati qui.

[amazon box=”B09J4GXV63″ template=”horizontal”]

Hohem i-Steady Mobile+

Hohem iSteady Mobile+ è uno dei migliori gimbal economici per smartphone! Inclusa con questo modello è una modalità di avvio 3D appena rilasciata, che ruota il telefono di 360 gradi durante le riprese. Una modalità sportiva porta poi la stabilizzazione a 3 assi in overdrive, assicurando che i filmati non siano mai traballanti, anche quando vai in mountain bike su terreni accidentati.

La durata della batteria di iSteady Mobile+ è di 12 ore, troviamo quattro modalità di panoramica, varie funzioni time-lapse e la possibilità di eseguire piccoli ritocchi durante la post-elaborazione con l’app inclusa…

Questo modello ben bilanciato è uno dei migliori gimbal per cellulari grazie alla sua versatilità (si adatta a tutti i telefoni fino all’iPhone 13). Tutto sommato, un gimbal di livello professionale a un prezzo d’occasione.

[amazon box=”B07RPMXD6G” template=”horizontal”]

Hohem iSteady Pro 4

Nonostante il suo prezzo ridotti, iSteady Pro 4 è uno dei migliori gimbal per GoPro, e non è a corto di funzionalità. Infatti, con quattro modalità di scatto, un raggio di movimento di 600° sull’asse di panoramica e una durata della batteria di 14 ore, non teme davvero la concorrenza.

La piccola impugnatura racchiude un discreto numero di controlli, incluso un joystick per regolare elettronicamente la panoramica e l’inclinazione. Oltre ai pulsanti standard che ti aspetteresti, ci sono anche tasti di scelta rapida programmabili che possono essere impostati nell’app Hohem Gimbal.

La nuova versione presenta un braccio cardanico angolato che migliora la coppia e assicura che il display della GoPro rimanga libero. Dispone inoltre di un grilletto sul retro dell’impugnatura che rende molto più comode funzioni come il blocco sui soggetti o lo scatto durante le riprese.

Semplicemente non ci sono altri gimbal per action cam che si comportino come iSteady Pro 4 in questa fascia di prezzo.

[amazon box=”B09J7M4YH7″ template=”horizontal”]

Photo by Kees Streefkerk on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *